16 gennaio 2020 by Alberto Gazzurelli

Come gestire un evento in diretta sui social network

IN SINTESI
Come raccontare un evento sui social network? Teasing, trasmettere live, follow up. Il bello della diretta o essere in diretta è bello? Alcune best practices per coinvolgere il pubblico e creare qualcosa di straordinario! Anche senza connessione. Come? Scoprilo!

Live su Facebook, diretta su Instagram, trasmissione su Twitter. Figo. Gestire un evento social in diretta: premi il pulsante “Trasmetti in diretta”, ti sposti tra le persone, saluti, parli… ed invece no.
Non è solo “Trasmetti in diretta”. C’è di più. C’è molto lavoro e non solo durante il live. Bisogna innanzitutto informare le persone che ci sarà un evento (teasing), poi pensare a cosa fare durante (live) e infine farne il sunto una volta concluso (follow up). Ecco alcuni semplici consigli suggeriti da Giovanni Mercadante durante il Social Media Strategies 2019 (@giuvannuzzogram).

Prima dell’evento: la fase di teasing

L’utente deve sapere che il giorno-mese-anno farai un qualcosa di fighissimo dando svariati motivi per convincerlo a parteciparci. Per questo:

  • contestualizza con un piano editoriale ad hoc: informa su quando si terrà, crea attesa con un countdown, anticipa quelli che saranno gli ospiti speciali e i protagonisti del momento. Andresti ad un evento senza sapere nello specifico quando sarà (ovviamente) e cosa ci sarà?
  • crea qualcosa di diverso: sfrutta le potenzialità dei social: usa foto a 360° per creare giochi interattivi (es: gira su te stesso in un luogo chiedendo al pubblico “Dove mi trovo?”), fai riprese 3D, sondaggi per capire cosa le persone si aspettano. Anche un countdown è indispensabile!
  • sfrutta i protagonisti dell’evento: per raggiungere un maggior numero di persone usufruisci delle potenzialità degli influencer e dei presentatori ma anche enti come il comune, le regioni e le associazioni locali. Un consiglio nel consiglio: prepara un piano editoriale ad hoc per loro e monitora che pubblichino la storia il giorno x, con il contenuto y, nel modo deciso z
  • crea l’evento su Facebook: ricorda che la funzione “Eventi” può tornare utile per raccogliere informazioni, condividere e generare conversazione. Attenzione al luogo esatto, crealo con la pagina aziendale, ricorri all’advertising geolocalizzato e coinvolgi i partecipanti inserendo i contenuti postati nella pagina

Siamo live!

Ci siamo, è il grande giorno. Tutte le fatiche fatte per creare attesa e suspense... il countdown che prima hai fatto per il tuo pubblico ora scandisce gli ultimi attimi prima del Big Bang. Ultimi controlli. Compila la check-list che ti proponiamo ed affronta il tuo evento live.
Apri lo zaino e verifica di aver inserito:

  • cellulare per le riprese: se possibile non usare il tuo personale per non incappare in chiamate che fanno bloccare la live o distrazioni futili
  • stabilizzatore per scattare o registrare i momenti
  • powerbank… mica vorrai trovarti con il cell ko a metà evento!
  • aspirine per il mal di testa, puntuale come non mai in quei momenti
  • diplomazia
  • tanta pazienza

Hai tutto? Se no, cosa aspetti?! Vai a recuperare quello che ti manca. Se si, ok. Con tutto questo materiale cosa si fa?

  • su FB: mettici la faccia come se fossi il presentatore di Sanremo. Mostra contenuti esclusivi andando nel back-stage o bloccando un ospite pochi secondi prima della diretta. Ricorda di annunciare la diretta per informare chi non riesce ad essere presente
  • su IG: sfrutta principalmente le storie e ricorri a dirette solo per immortalare un talk senza interruzioni, interagisci con il pubblico coinvolgendolo con gli sticker che Instagram mette a disposizione (es: con lo sticker della domanda invita i follower ad inserire la domanda che vorrebbero fare a Mr. X)
  • su TW: Twitter si o Twitter no? Chiediti se il tuo pubblico è presente su questo social. Se il tuo pubblico ama i 280 caratteri allora sfruttalo, lancia l’hashtag dell’evento e documenta in tempo reale twittando le frasi più significative, le foto e video. Racchiudi tutti questi tweet in un unico blocco con la funzione “momenti”

Ricorda di avere un piano B per difenderti da eventuali intoppi dell’ultimo minuto. Se non hai la possibilità di accedere all’internet registra gli spezzoni in maniera ordinata e cerca un luogo dove c’è internet per pubblicare quanto registrato poco prima.

Post evento: grazie a tutti e follow up

L’evento è finito. L’ansia è scesa, sei riposato, l’evento è finito ma non per te. C’è la fase follow up. Ora è arrivato il momento di mostrare quello che è successo durante l’evento. Con il materiale raccolto crea un post di ringraziamento per chi ha partecipato. Comunica poi alle persone cosa si sono perse, non rinfacciando la loro assenza ma dando ulteriori motivi per partecipare all’evento successivo.

Capito perché all’inizio ti abbiamo detto che non è solo un semplice “Trasmetti in diretta?”. Se cerchi qualcuno che possa fare da regia e gestire i tuoi canali social, dai un occhio qui o contattaci subito!

Hai trovato quello che stavi cercando?

Scopri come possiamo far crescere il tuo business e i tuoi clienti, mettiti in contatto con noi!

Avrai capito che per noi le persone ricoprono un ruolo centrale. Siamo esperti, capaci e costantemente aggiornati. Se ti proponiamo qualcosa, fidati di noi! Di sicuro lo abbiamo già sperimentato altre volte e sappiamo come ottenere i migliori risultati.

Iscriviti alla newsletter... no spam, solo idee e novità!

Campo corretto, grazie.
Permettici di chiamarti per nome ;)
Campo corretto, grazie.
Possiamo conoscere il tuo cognome?
Campo corretto, grazie.
No bhé... senza mail è difficile :P
Ahimé senza questo siamo fermi...