6 febbraio 2020 by Alberto Gazzurelli

La guida di stile editoriale per i tuoi contenuti social e web

IN SINTESI
Italo-cinesi o italocinesi? Uomini e donne o donne e uomini? La differenza è minima ma importante. Crea una guida di stile editoriale per fare una buona impressione. Cos’è e come crearla? Te lo spieghiamo noi e ti diamo anche qualche suggerimento!

Ognuno di noi vorrebbe contraddistinguersi per il proprio stile. Ma cosa si intende con questo termine? È l’insieme di tratti riconoscibili dall’esterno. Riconoscibili in positivo, e non. La sensibilità delle persone cambia, la società evolve, nascono nuovi valori. Un’azienda non può restare impassibile a queste trasformazioni. Deve essere partecipe e la guida di stile è ciò che serve per rimanere al passo senza sbagliare quando si creano contenuti web e social.

Come realizzare una guida di stile editoriale

Se ti dicessi epic fail delle aziende, cosa pensate? Il primo pensiero non è un lancio di prodotto sbagliato, un prodotto che è decaduto… ma errori di comunicazione. Razza, sesso, età, caratteristiche del corpo. Basta un attimo per rovinare una reputazione anche consolidata.
Come evitare questi strafalcioni? Con la guida di stile, un insieme di regole da seguire per essere coerenti con i valori aziendali. Non cento pagine, ma poche: quattro sono più che sufficienti! Poche ma buone e con i contenuti indispensabili da rispettare quando avrai il momento di ispirazione e inizierai a scrivere. Canavacciuolo, durante il suo speech al Social Media Strategies 2019, suggerisce dei comportamenti minimi visivi, editoriali e culturali, che faranno grandi differenze:

  • sesso: uomini e donne ma anche donne e uomini
  • età: no ad anziani sì a persone anziane
  • razza: non è corretto italo-cinesi ma è meglio italocinesi; il primo dà priorità all’Italia, mentre il secondo pone i due paesi su uno stesso piano
  • corpo: non deridere le persone per le caratteristiche fisiche
  • religione: attenzione alla religione del proprio pubblico

Inoltre, è consigliato:

  • usare un vocabolario semplice se il pubblico è generico, specifico se si trattano temi di settore con un’audience che parla la stessa lingua
  • dai del tu o del lei in base al target a cui ti rivolgi
  • no aziendalese, burocratese, legalese
  • il testo deve essere leggibile e fluido
  • usare emoji, maiuscole, date e numeri nello stesso formato

Guida responsabilmente!

La guida di stile consente di essere responsabili e pone una barriera tra la programmazione di un testo e la sua pubblicazione.
Quando hai finito di scrivere chiediti “Ho rispettato quanto scritto nella sacra guida di stile?” Sperando che la risposta sia sì, sappi che stai facendo del bene creando valore per il pubblico che ti leggerà. Altrimenti contattaci subito: analizzeremo la tua Corporate Identity per metterti sulla buona strada!

Hai trovato quello che stavi cercando?

Scopri come possiamo far crescere il tuo business e i tuoi clienti, mettiti in contatto con noi!

Avrai capito che per noi le persone ricoprono un ruolo centrale. Siamo esperti, capaci e costantemente aggiornati. Se ti proponiamo qualcosa, fidati di noi! Di sicuro lo abbiamo già sperimentato altre volte e sappiamo come ottenere i migliori risultati.

Iscriviti alla newsletter... no spam, solo idee e novità!

Campo corretto, grazie.
Permettici di chiamarti per nome ;)
Campo corretto, grazie.
Possiamo conoscere il tuo cognome?
Campo corretto, grazie.
No bhé... senza mail è difficile :P
Ahimé senza questo siamo fermi...